Trovaci su:          

chiama il numero verde 800858444

In vista del Consiglio di domani la Bce punta sui quattro pilastri del Qe2

La parola d’ordine per il presidente della Bce Mario Draghi è “over-deliver”, che tradotto vuol dire “far di più delle aspettative”. Ed in effetti è stata sempre prerogativa del Presidente stupire gli operatori e i mercati con misure che andassero oltre le loro aspettative. A questo punto al consiglio previsto per domani non sarà semplice per Draghi. Già durante la conferenza del mese scorso tenutasi a Malta, il presidente Draghi aveva esplicitamente dichiarato che un nuovo imput monetario sarebbe arrivato, parole ribadite pochi giorni fa. All’Alter Oper di Francoforte, circa dieci giorni fa, aveva ribadito l’urgenza dell’intervento dichiarando che la Bce avrebbe agito velocemente e incisivamente per ripotare l’inflazione verso l’obiettivo fissato e cioè al 2%. Certo le nuove proiezioni dello staff che indicano che l’inflazione è più lontana di tre mesi dall’obiettivo non depongono a favore di Draghi e domani il consiglio dovrà in qualche modo riparare per salvare la credibilità. L’indicatore che la Bce utilizza per valutare l’inflazione fra 5 anni sui 5 anni successivi è da poco risalito sopra quota 1,80% e dopo il consiglio di domani se ne valuteranno gli ulteriori effetti. Un lento e debole segnale di ripresa è arrivato questa settimana anche dal calo della disoccupazione e da una ripresa delle aziende “non spettacolare” per dirla alla Chris Williamson di Markit che si occupa dell’elaborazione degli indici Pmi. Tuttavia ciò non basterà a dare un freno alla Bce, anche se una piccola minoranza del consiglio gradirebbe attendere e concedere ancora tempo alle misure attuate in precedenza. In effetti il Qe è stato realizzato per meno dei 100 euro di miliardi previsti. Ma secondo l’opinione di Michael Schubert di Commerzbank, la Bce non solo varerà il Qe2 ma addirittura getterà le basi future per un Qe3. Saranno quattro le misure principali annunciate per il consiglio di domani della Bce. Il primo strumento è sicuramente il Qe, secondo Draghi “potente e flessibile”, che potrebbe subire variazioni di dimensioni, durata e composizione. È ovvio che un allungamento del programma previsto oltre il settembre 2016 comporterebbe in automatico un aumento dell’importo complessivo degli acquisti dei titoli oltre i 1100 miliardi preventivati e un possibile aumento del ritmo mensile degli acquisti, ad oggi fissato a 60 miliardi euro. Terzo strumento è la composizione degli acquisti. Attualmente i maggiori acquisti sono rappresentati da titoli emessi dai governi centrali dell’area euro, le obbligazioni di agenzie e istituzioni europee, i corporate e i bond. Nel consiglio di domani la Bce potrebbe includere anche i titoli emessi da altre agenzie o da amministrazioni regionali e locali. L’ultima misura all’ordine del consiglio di domani è il taglio dei tassi sui depositi delle banche presso la Bce, oggi a -20%. Una misura su cui la Bce si è concentrata con maggiore attenzione e sulla quale gli economisti prevedono un ulteriore taglio. Non è da scartare comunque l’ipotesi che domani il consiglio ci riserverà delle sorprese dato che il Presidente Draghi ha parlato di “altri strumenti”.

Notizie: 
Press & Media: 

Scegli la soluzione più adatta a te!

Dipendente pubblico

dipendente pubblico

Sei un dipendente di un ente pubblico, locale o territoriale e vuoi ottenere un prestito in modo semplice, veloce ed a condizioni vantaggiose? Richiedi maggiori informazioni a Synthesis.

CLICCA QUI

Dipendente statale

dipendente statale

Sei un dipendente statale e hai la necessità di richiedere un prestito rimborsabile mediante trattenuta diretta su busta paga? Richiedi maggiori informazioni a Synthesis.

CLICCA QUI

Dipendente privato

dipendente statale

Sei un dipendente a tempo indeterminato di una società privata o una società di capitali con partecipazione di un ente pubblico e vuoi richiedere un finanziamento veloce, comodo e facile da rimborsare? Invia i tuoi dati a Synthesis, sarai ricontattato immediatamente e ti sarà inviata una proposta personalizzata.

CLICCA QUI

Pensionato

pensionato felice

Sei un pensionato INPS, INPS Gestione Ex INPDAP, ENPAM, ENASARCO o di altro ente previdenziale? Puoi accedere al credito Synthesis! Richiedi maggiori informazioni.

CLICCA QUI