Trovaci su:          

chiama il numero verde 800858444

Ultimi dettagli sull’Ape: bando europeo per le banche

Ultimi dettagli sull’Ape: bando europeo per le banche

Le banche che intendono partecipare al finanziamento per l’anticipo del pensionamento previsto per i lavoratori classe 1951/1953, potranno farlo partecipando ad un bando europeo. Su questa ipotesi stanno lavorando i tecnici del Governo, ipotesi che, se confermata, andrà ad affiancarsi agli ulteriori dettagli tecnici che compongono il quadro dell’Ape, a partire dal tasso di interesse che dovrà essere riconosciuto alla banche in fase di rimborso.

L’unico dato certo al momento è il bacino di utenza a cui l’Ape sarà rivolto, ossia gli over 63 nati negli anni 1951/1953.

È di ieri l’incontro al Ministero del Lavoro tra le delegazioni sindacali e il ministro Giuliano Poletti e il sottosegretario alla Presidenza, Tommaso Nannicini, durante il quale non sono stati resi noti i particolari delle varie misure ancora in fase di istruttoria ma è servito a stabilire e garantire un metodo di lavoro. Incontro che proseguirà successivamente su due fronti, quello previdenziale e quello lavorativo.

Per quanto riguarda l’Ape resta confermato il taglio del 3-4% che comunque muterebbe a seconda del reddito del lavoratore per ogni anni di anticipo con l’eventualità di giungere anche al 4-5% per gli assegni più elevati.

Altro tema che sarà certamente sarà presente nella prossima Legge di Bilancio è quello relativo ai lavoratori esposti ad attività usurante. Per tale tipologia di lavoratori l’attuale sistema è quello delle quote che però si è rivelato troppo rigido dimostrando un basso livello di accesso alla misura, ecco perché il Governo sta prospettando una semplificazione del quadro attuale.

Altra patata bollente è quella relativa agli assegni più bassi. Il premier Matteo Renzi ieri ha ribadito l’intenzione di aumentare le pensioni minime con la prossima Legge di Stabilità. Tra le varie ipotesi c’è l’estensione del bonus degli 80 euro anche ai pensionati con assegno inferiore a quello minimo (502 euro) ma adottando alcuni criteri selettivi. 

Notizie: 
Press & Media: 

Scegli la soluzione più adatta a te!

Dipendente pubblico

dipendente pubblico

Sei un dipendente di un ente pubblico, locale o territoriale e vuoi ottenere un prestito in modo semplice, veloce ed a condizioni vantaggiose? Richiedi maggiori informazioni a Synthesis.

CLICCA QUI

Dipendente statale

dipendente statale

Sei un dipendente statale e hai la necessità di richiedere un prestito rimborsabile mediante trattenuta diretta su busta paga? Richiedi maggiori informazioni a Synthesis.

CLICCA QUI

Dipendente privato

dipendente statale

Sei un dipendente a tempo indeterminato di una società privata o una società di capitali con partecipazione di un ente pubblico e vuoi richiedere un finanziamento veloce, comodo e facile da rimborsare? Invia i tuoi dati a Synthesis, sarai ricontattato immediatamente e ti sarà inviata una proposta personalizzata.

CLICCA QUI

Pensionato

pensionato felice

Sei un pensionato INPS, INPS Gestione Ex INPDAP, ENPAM, ENASARCO o di altro ente previdenziale? Puoi accedere al credito Synthesis! Richiedi maggiori informazioni.

CLICCA QUI