Trovaci su:          

chiama il numero verde 800858444

Riforma P.A.: via libera del Governo ai primi 11 decreti attuativi

Via libera del Governo per i primi undici decreti attuativi della tanto attesa Riforma della Pubblica Amministrazione. I decreti, ora al vaglio del Parlamento, vanno dal taglio delle partecipate all’accorpamento del Corpo Forestale ai Carabinieri

La Riforma prevedeva inizialmente quarantaquattro punti diventati poi quarantacinque con l’inserimento, ad opera del Ministro Marianna Madia, di un programma di prepensionamento per i lavoratori pubblici.

Sicuramente la norma più attesa era quella sui licenziamenti. Sono state, infatti, introdotte nuove norme contro i lavoratori “furbi”. È stata confermata la sospensione, entro 48 ore, dal servizio e dallo stipendio del dipendente pubblico che viene colto in flagrante mentre striscia il cartellino e poi non va in ufficio. Il procedimento disciplinare abbreviato avrà durata massima di 30 giorni rispetto all’attuale di cento giorni. Il lavoratore licenziato potrà essere sanzionato a risarcire allo Stato i danni di immagine che saranno conteggiati dalla Corte dei Conti. In Caso di condanna il lavoratore dovrà versare una somma pari a sei mesi di stipendio. Provvedimenti disciplinari saranno adottati anche per i dirigenti che non faranno patire la sospensione entro le 48 ore.

Per quanto riguarda le partecipate, le amministrazioni saranno tenute a fare una cernita delle partecipazioni e trascorso un anno e mezzo eliminare quelle non necessarie che hanno più amministratori che dipendenti.

Previsto anche un mega concorso per 63.712 insegnanti che a detta del premier Renzi rappresenterà un “grande investimento per la scuola”. Le classi di concorso della scuola scendono da 168 a 116 in modo da restare coerenti con gli indirizzi di studio previsti dalla riforma delle scuole superiori.

Come anticipato il Corpo della Guardia Forestale sarà accorpato all’Arma dei Carabinieri eliminando in questo modo le duplicazioni delle funzioni. Si introdurrà in Italia il 112 europeo, un numero unico per le emergenze.

Attendiamo comunque il 13 giugno prossimo, data in cui è prevista l’approvazione in Consiglio dei Ministri dei provvedimenti sul pubblico impiego

Notizie: 
Press & Media: 

Scegli la soluzione più adatta a te!

Dipendente pubblico

dipendente pubblico

Sei un dipendente di un ente pubblico, locale o territoriale e vuoi ottenere un prestito in modo semplice, veloce ed a condizioni vantaggiose? Richiedi maggiori informazioni a Synthesis.

CLICCA QUI

Dipendente statale

dipendente statale

Sei un dipendente statale e hai la necessità di richiedere un prestito rimborsabile mediante trattenuta diretta su busta paga? Richiedi maggiori informazioni a Synthesis.

CLICCA QUI

Dipendente privato

dipendente statale

Sei un dipendente a tempo indeterminato di una società privata o una società di capitali con partecipazione di un ente pubblico e vuoi richiedere un finanziamento veloce, comodo e facile da rimborsare? Invia i tuoi dati a Synthesis, sarai ricontattato immediatamente e ti sarà inviata una proposta personalizzata.

CLICCA QUI

Pensionato

pensionato felice

Sei un pensionato INPS, INPS Gestione Ex INPDAP, ENPAM, ENASARCO o di altro ente previdenziale? Puoi accedere al credito Synthesis! Richiedi maggiori informazioni.

CLICCA QUI