Trovaci su:          

chiama il numero verde 800858444

Regime patrimoniale per le unioni civili e convivenze

Regime patrimoniale per le unioni civili e convivenze

Sul piano patrimoniale le unioni civili e le convivenze, che orami sono tutelate e disciplinate dalla legge, hanno implicato non poche conseguenze per le parti coinvolte.

Innanzitutto partiamo col dire che l’unione civile è una formazione sociale tra persone maggiorenni dello stesso sesso e che tale rapporto, anche in questo caso, se non espressamente previsto, comporta il regime della comunione dei beni. Per tale motivo ad essa è equiparata la stessa disciplina prevista per i coniugi tradizionali ossia quella prevista dal capo VI del titolo VI del primo libro del Codice civile.

Ora le domande sono tante relativamente alla questione ma noi qui affronteremo quelle relative all’acquisto di un immobile e alla stipula di un mutuo ipotecario. Nonostante la disciplina ancora non sia chiarissima è assolutamente lecito pensare che per quanto riguarda l’acquisto di una casa, con o senza mutuo, verrà applicata la medesima disciplina prevista nel caso si trattasse di coniugi tradizionali. Dunque medesime norme anche per quanto riguarda la detrazione degli interessi passivi in caso di mutuo cointestato. Ciò significa che ciascuna parte potrà detrarre la propria quota di interessi pari al 19% e nel caso avesse il coniuge a carico il 100%.

Medesima disciplina in caso di scioglimento dell’unione civile. In tale ipotesi infatti, si applicano le norme relative al divorzio, ossia quelle previste dal Titolo III del libro I del Codice civile in materia di alimenti.

Nel caso di separazione ed in corso il pagamento di un mutuo, la parte, che il giudice stabilirà come colei che dovrà pagare gli alimenti, potrà decidere se continuare a pagare le rate del mutuo chiedendo la detrazione dall’assegno versato all’ex coniuge. Come nel caso di coniugi tradizionali può capitare che la casa venga assegnata ad uno solo dei due coniugi.

Nel caso di morte di una delle parti unitasi con unione civile, verrà applicato il regime della successione ereditaria prevista dal Libro II del Codice civile.

Per ciò che concerne le convivenze, invece, la situazione è differente. In questo caso, infatti, il regime patrimoniale potrà essere regolato da un contratto di matrimonio in cui saranno previste tutte le condizioni in caso di separazione o di morte di uno dei due coniugi. In caso di stipula di un mutuo è consigliabile preparare un contratto ad hoc prima del verificarsi di una delle ipotesi poc’anzi specificata. Ovviamente il documento avrà la forma dell’atto pubblico e dovrà essere validato da un notaio

Notizie: 
Press & Media: 

Scegli la soluzione più adatta a te!

Dipendente pubblico

dipendente pubblico

Sei un dipendente di un ente pubblico, locale o territoriale e vuoi ottenere un prestito in modo semplice, veloce ed a condizioni vantaggiose? Richiedi maggiori informazioni a Synthesis.

CLICCA QUI

Dipendente statale

dipendente statale

Sei un dipendente statale e hai la necessità di richiedere un prestito rimborsabile mediante trattenuta diretta su busta paga? Richiedi maggiori informazioni a Synthesis.

CLICCA QUI

Dipendente privato

dipendente statale

Sei un dipendente a tempo indeterminato di una società privata o una società di capitali con partecipazione di un ente pubblico e vuoi richiedere un finanziamento veloce, comodo e facile da rimborsare? Invia i tuoi dati a Synthesis, sarai ricontattato immediatamente e ti sarà inviata una proposta personalizzata.

CLICCA QUI

Pensionato

pensionato felice

Sei un pensionato INPS, INPS Gestione Ex INPDAP, ENPAM, ENASARCO o di altro ente previdenziale? Puoi accedere al credito Synthesis! Richiedi maggiori informazioni.

CLICCA QUI