Trovaci su:          

chiama il numero verde 800858444

Pensioni di reversibilità: scoppia la polemica

Pensioni di reversibilità: scoppia la polemica

“Un Governo che fa cassa sui morti mi fa schifo”. Esordisce così Matteo Salvini, segretario della Lega Nord, sulla polemica scoppiata sul decreto delegato, approvata a fine gennaio, che mette ordine sulle prestazioni assistenziali e previdenziali.

Ma procediamo con ordine. Il ddl, tra le varie misure, prevede anche un riordino delle pensioni di reversibilità ossia le pensioni trasmesse agli eredi alla morte del pensionato o del lavoratore che muore avendo però maturato i requisiti per ottenere la prestazione. “Il Governo, sostiene Salvini, vuole tagliare le pensioni di reversibilità. In commissione Lavoro alla Camera è arrivata la proposta di Renzi di legare all’Isee le pensioni di reversibilità, fregando così migliaia di persone, soprattutto donne rimaste vedove. Rubando contributi effettivamente versati, per anni”.

Secca la replica di Palazzo Chigi “se ci saranno interventi di razionalizzazione saranno solo per evitare sprechi e duplicazioni, non per far cassa in una guerra tra poveri. La delega del Governo dà non toglie”.

Ma non è solo l’opposizione a manifestare il dissenso, lo stesso Cesare Damiano, presidente della Commissione Lavoro alla Camera, esponente della minoranza Pd nonché ex Ministro del Lavoro, spiega “il provvedimento è in se positivo ma prevede la possibilità di tagliare le pensioni di reversibilità. Per noi questo è inaccettabile, si tratterebbe dell’ennesimo intervento dopo quelli, pesanti, del Governo Monti”. La previdenza non può essere considerata una mucca da mungere”.

Il Governo, tuttavia, tiene a precisare che il ddl, che mira ad una riorganizzazione delle misure, avrà efficacia solo per le prestazioni richieste dopo l’entrata in vigore dei decreti attuativi mentre le pensioni esistenti non saranno toccate dal nuovo provvedimento.

Ma nonostante le rassicurazioni il decreto proprio non trova consensi e Maurizio Gasparri, senatore FI, dichiara “è veramente vergognosa questa ultima sortita di Renzi, ci opporremo a questa vile aggressione, noi tuteliamo i soggetti deboli e vedovi e vedove lo sono”.

Dai toni più pacati ma non meno forti il segretario generale della Spi Cgil, Ivan Pedretti, che su Facebook scrive “dopo la nostra denuncia sulle pensioni di riversibilità si è acceso il dibattito politico. Ora poche chiacchiere, quel disegno di legge va modificato”. 

Notizie: 
Press & Media: 

Scegli la soluzione più adatta a te!

Dipendente pubblico

dipendente pubblico

Sei un dipendente di un ente pubblico, locale o territoriale e vuoi ottenere un prestito in modo semplice, veloce ed a condizioni vantaggiose? Richiedi maggiori informazioni a Synthesis.

CLICCA QUI

Dipendente statale

dipendente statale

Sei un dipendente statale e hai la necessità di richiedere un prestito rimborsabile mediante trattenuta diretta su busta paga? Richiedi maggiori informazioni a Synthesis.

CLICCA QUI

Dipendente privato

dipendente statale

Sei un dipendente a tempo indeterminato di una società privata o una società di capitali con partecipazione di un ente pubblico e vuoi richiedere un finanziamento veloce, comodo e facile da rimborsare? Invia i tuoi dati a Synthesis, sarai ricontattato immediatamente e ti sarà inviata una proposta personalizzata.

CLICCA QUI

Pensionato

pensionato felice

Sei un pensionato INPS, INPS Gestione Ex INPDAP, ENPAM, ENASARCO o di altro ente previdenziale? Puoi accedere al credito Synthesis! Richiedi maggiori informazioni.

CLICCA QUI