Trovaci su:          

chiama il numero verde 800858444

Oltre i 500mila euro la parola al giudice civile

Oltre i 500mila euro la parola al giudice civile

Le controversie il cui valore superi i 500mila euro non possono essere sottoposti all’Arbitro per le controversie finanziarie ma devono seguire la strada della giurisdizione ordinaria e quindi essere sottoposte alla competenza del giudice civile.

Ebbene ricordare che l’Acf può occuparsi solo di liti insorte tra investitore retail e un intermediario. L’investitore retail è colui che ha una sufficiente conoscenza e adeguata competenza dei servizi finanziari. È invece da considerarsi un intermediario il soggetto mediante il quale il risparmiatore effettua investimenti finanziari.

L’Acf può occuparsi di controversie sorte anche con intermediari non italiani, purché questi ultimi abbiano una sede nel nostro Paese, se comunitari, o, se extracomunitari, siano stati autorizzati ad esercitare in Italia. Tra gli intermediari possono annoverarsi la Società Poste Italiane; i c.d. crowdfounding, ossia soggetti che attraverso portali web offrono l’acquisto di quote o azioni di società di piccole o medie dimensioni da poco nate e che andranno ad operare in settori innovativi; i consulenti finanziari autonomi; le società finanziarie iscritte nell’apposito albo ed, infine, le imprese di assicurazioni.

Non tutte le liti relative ai rapporti finanziari possono essere sottoposte al vaglio dell’Acf. Infatti l’Arbitro per le controversie finanziarie è competente solo per le controversie che riguardano la violazione degli obblighi di diligenza, informazione, trasparenza e correttezza poste a carico degli intermediari, nel momento in cui svolgono servizi di investimento.

Sono vari i servizi di investimento. I più comuni sono la negoziazione per conto proprio dove l’intermediario vende direttamente al cliente strumenti finanziari che già possiede; sottoscrizione ocollocamento in cui l’intermediario distribuisce strumenti finanziari nell’ambito di una offerta al pubblico standardizzata; consulenza in materia di investimenti; esecuzione degli ordini per conto del cliente o ricezione e trasmissione di ordini.

Una volta verificata la competenza dell’Acf, è necessario, da parte dell’investitore esperire il reclamo nei confronti dell’intermediario, se quest’ultimo non risponde nel termine di 60 giorni dalla ricezione o non risponde in maniera soddisfacente, l’investitore potrà adire l’Arbitro per le controversie finanziarie. 

Notizie: 
Press & Media: 

Scegli la soluzione più adatta a te!

Dipendente pubblico

dipendente pubblico

Sei un dipendente di un ente pubblico, locale o territoriale e vuoi ottenere un prestito in modo semplice, veloce ed a condizioni vantaggiose? Richiedi maggiori informazioni a Synthesis.

CLICCA QUI

Dipendente statale

dipendente statale

Sei un dipendente statale e hai la necessità di richiedere un prestito rimborsabile mediante trattenuta diretta su busta paga? Richiedi maggiori informazioni a Synthesis.

CLICCA QUI

Dipendente privato

dipendente statale

Sei un dipendente a tempo indeterminato di una società privata o una società di capitali con partecipazione di un ente pubblico e vuoi richiedere un finanziamento veloce, comodo e facile da rimborsare? Invia i tuoi dati a Synthesis, sarai ricontattato immediatamente e ti sarà inviata una proposta personalizzata.

CLICCA QUI

Pensionato

pensionato felice

Sei un pensionato INPS, INPS Gestione Ex INPDAP, ENPAM, ENASARCO o di altro ente previdenziale? Puoi accedere al credito Synthesis! Richiedi maggiori informazioni.

CLICCA QUI