Trovaci su:          

chiama il numero verde 800858444

Via libera al Decreto mutui: pignoramento dopo 18 rate

Via libera al Decreto mutui: pignoramento dopo 18 rate

Dopo i pareri espressi dalle commissioni parlamentari, il Consiglio dei Ministri ha dato deliberato il cosiddetto decreto mutui, ossia il decreto legislativo attuativo della direttiva europea concernente i contratti di credito ai consumatori relativi a beni immobili residenziali.

Il decreto conferma il prolungamento da 7 a 18 mesi rate mensili non pagate la soglia oltre la quale si ha inadempimento del consumatore e si rischia il pignoramento della casa da parte della banca bypassando il Tribunale.

Nel comunicato stampa diffuso al termine della seduta si legge espressamente “il decreto approvato dal Consiglio dei Ministri applica una direttiva Ue che ha la finalità di garantire un elevato livello di protezione dei consumatori che sottoscrivono contratti di credito relativi a beni immobili. La direttiva impone, tra l’altro, che siano fornite al consumatore informazioni precontrattuali dettagliate su un Prospetto informatico europeo standardizzato (Pies), spiegazioni adeguate prima della conclusione del contratto di credito e chiarimenti in ordine al calcolo del tasso annuo effettivo globale”.

Nel decreto, dopo aver ricevuto i pareri dei parlamentari, sono state inserite alcune norme che vengono incontro ai consumatori in difficoltà a pagare le rate del mutuo. Infatti è stato previsto che la Banca d’Italia debba avere particolare riguardo ai casi di eventuale stato di bisogno o di debolezza del consumatore.

Alla stipula del contratto le parti possono stabilire, con apposita clausola, che nel caso in cui ci sia inadempimento da parte del consumatore, la restituzione o il trasferimento del bene dato a garanzia o dei proventi della vendita del bene stesso, comportino l’estinzione dell’intero debito anche se il valore dell’immobile restituito sia inferiore al debito residuo. Nel caso in cui il valore del bene immobile o i proventi della vendita siano maggiori, il consumatore ha diritto all’eccedenza.

Altra innovazione introdotta dal decreto è l’assistenza obbligatoria di un consulente per il consumatore che intenda sottoscrivere questa clausola. 

Notizie: 
Press & Media: 

Scegli la soluzione più adatta a te!

Dipendente pubblico

dipendente pubblico

Sei un dipendente di un ente pubblico, locale o territoriale e vuoi ottenere un prestito in modo semplice, veloce ed a condizioni vantaggiose? Richiedi maggiori informazioni a Synthesis.

CLICCA QUI

Dipendente statale

dipendente statale

Sei un dipendente statale e hai la necessità di richiedere un prestito rimborsabile mediante trattenuta diretta su busta paga? Richiedi maggiori informazioni a Synthesis.

CLICCA QUI

Dipendente privato

dipendente statale

Sei un dipendente a tempo indeterminato di una società privata o una società di capitali con partecipazione di un ente pubblico e vuoi richiedere un finanziamento veloce, comodo e facile da rimborsare? Invia i tuoi dati a Synthesis, sarai ricontattato immediatamente e ti sarà inviata una proposta personalizzata.

CLICCA QUI

Pensionato

pensionato felice

Sei un pensionato INPS, INPS Gestione Ex INPDAP, ENPAM, ENASARCO o di altro ente previdenziale? Puoi accedere al credito Synthesis! Richiedi maggiori informazioni.

CLICCA QUI