Trovaci su:          

chiama il numero verde 800858444

Le tappe del procedimento dinanzi all’Acf

Le tappe del procedimento dinanzi all’Acf

Presentato il ricorso, la Segreteria dell’Acf ha 7 giorni di tempo per valutarne la completezza. In caso positivo lo trasmette all’intermediario, in caso negativo invia una richiesta di chiarimenti o integrazioni al ricorrente.

Dalla data di ricezione del ricorso, l’intermediario ha 30 giorni di tempo o 45 se il ricorrente è assistito da un’associazione di categoria, per presentare le proprie deduzioni difensive, allegando relativa documentazione.

Depositata l’intera documentazione da parte dell’intermediario, il ricorrente che avrà opportuna conoscenza attraverso l’invio di una mail, ha 15 giorni di tempo per depositare eventuali documenti.

Instaurato il regolare contraddittorio tra le parti, il fascicolo viene chiuso e la discussione viene sottoposta al collegio arbitrale per la decisione.

Ovviamente potrebbe capitare che anche durante lo scambio degli atti difensivi, le parti decidano di giungere ad un accordo transattivo o che magari l’intermediario sia giunto alla conclusione che le ragioni del ricorrente siano fondate e per tale motivo chiudere in via anticipata la lite senza giungere al giudizio finale.

Al fine di garantire un regolare contraddittorio tra le parti è rilevante la norma che stabilisce che il Collegio arbitrale, se dovesse rilevare una causa di nullità contrattuale, invita comunque le parti a fornire le proprie osservazioni per verificare se, nel caso di nullità che può essere fatta valere solo dal ricorrente, quest’ultimo intenda avvalersene.

Una importante differenza rispetto all’Arbitro bancario finanziario di Banca d’Italia, riguarda la mancata collaborazione dell’intermediario che volontariamente non partecipa al procedimento. In tal caso Banca d’Italia vedeva in questo comportamento poco collaborativo un elemento a favore della parte ricorrente, ritenendolo dal punto di vista probatorio sfavorevole per l’intermediario.

La disciplina dell’Acf, invece, non prevede alcuna norma che sanzioni il comportamento poco collaborativo dell’intermediario.

Notizie: 
Press & Media: 

Scegli la soluzione più adatta a te!

Dipendente pubblico

dipendente pubblico

Sei un dipendente di un ente pubblico, locale o territoriale e vuoi ottenere un prestito in modo semplice, veloce ed a condizioni vantaggiose? Richiedi maggiori informazioni a Synthesis.

CLICCA QUI

Dipendente statale

dipendente statale

Sei un dipendente statale e hai la necessità di richiedere un prestito rimborsabile mediante trattenuta diretta su busta paga? Richiedi maggiori informazioni a Synthesis.

CLICCA QUI

Dipendente privato

dipendente statale

Sei un dipendente a tempo indeterminato di una società privata o una società di capitali con partecipazione di un ente pubblico e vuoi richiedere un finanziamento veloce, comodo e facile da rimborsare? Invia i tuoi dati a Synthesis, sarai ricontattato immediatamente e ti sarà inviata una proposta personalizzata.

CLICCA QUI

Pensionato

pensionato felice

Sei un pensionato INPS, INPS Gestione Ex INPDAP, ENPAM, ENASARCO o di altro ente previdenziale? Puoi accedere al credito Synthesis! Richiedi maggiori informazioni.

CLICCA QUI