Trovaci su:          

chiama il numero verde 800858444

Le conseguenze della Brexit sulle pensioni dei dipendenti pubblici

Le conseguenze della Brexit sulle pensioni dei dipendenti pubblici

Dopo l’uscita della Gran Bretagna dall’Unione Europea si temono ripercussioni sulle pensioni dei tanti connazionali che hanno prestato servizio in questo Stato.

Come sappiamo la libera circolazione delle persone ha consentito a tutti i lavoratori, dipendenti e autonomi, di svolgere la propria attività in qualunque Stato appartenente all’Ue, riconoscendo da un punto di vista pensionistico anche gli anni di servizio prestati all’estero.

In realtà la Brexit non dovrebbe avere grossissime conseguenze, tali da non poter essere gestite, sui lavoratori italiani che abbiano lavorato in Gran Bretagna. Quand’anche non potessero essere più applicati i regolamenti comunitari potrebbe essere stipulata una convenzione ad hoc, com’è già capitato per altri Paesi extracomunitari.

Ricordiamo, infatti, che gli Stati membri, per effetto dei regolamenti comunitari in materia di sicurezza sociale, riconoscono ai lavoratori la possibilità di totalizzare a pensione i periodi assicurativi in qualunque Stato comunitario

Questi periodi vengono considerati in Italia come se svolti in attività sul territorio italiano e considerati ai fini pensionistici con il sistema pro-rata, ossia rapportando gli anni lavorati in Italia con quelli svolti in altro Paese comunitario. Ovviamente questa possibilità non la si riconosce a chi è stato in grado di maturare un diritto autonomo, cioè senza prendere in considerazione gli anni di servizio maturati all’estero. 

Ai lavoratori la cui gestione spetta all’Inps, sono riconosciuti anche periodi prestati in Stati non appertinenti all’Unione europea a condizione che esista una convenzione.

Il vero problema, invece, si pone per i dipendenti pubblici gestiti dall’ex Inpdap. Il regolamento CE 1606/1998, infatti, prevede che i dipendenti pubblici non possono cumulare gli anni di servizio prestati in Stati diversi da quelli appartenenti all’Unione europea, con la loro posizione in Italia. Su questo punto bisognerà aspettare, purtroppo non a breve, l’evolversi della situazione. 

 

Notizie: 
Press & Media: 

Scegli la soluzione più adatta a te!

Dipendente pubblico

dipendente pubblico

Sei un dipendente di un ente pubblico, locale o territoriale e vuoi ottenere un prestito in modo semplice, veloce ed a condizioni vantaggiose? Richiedi maggiori informazioni a Synthesis.

CLICCA QUI

Dipendente statale

dipendente statale

Sei un dipendente statale e hai la necessità di richiedere un prestito rimborsabile mediante trattenuta diretta su busta paga? Richiedi maggiori informazioni a Synthesis.

CLICCA QUI

Dipendente privato

dipendente statale

Sei un dipendente a tempo indeterminato di una società privata o una società di capitali con partecipazione di un ente pubblico e vuoi richiedere un finanziamento veloce, comodo e facile da rimborsare? Invia i tuoi dati a Synthesis, sarai ricontattato immediatamente e ti sarà inviata una proposta personalizzata.

CLICCA QUI

Pensionato

pensionato felice

Sei un pensionato INPS, INPS Gestione Ex INPDAP, ENPAM, ENASARCO o di altro ente previdenziale? Puoi accedere al credito Synthesis! Richiedi maggiori informazioni.

CLICCA QUI