Trovaci su:          

chiama il numero verde 800858444

Per l’Autorità di Vigilanza occorre più trasparenza sui rischi dei salvataggi bancari

È di ieri la comunicazione di Consob nella quale viene chiarito che i clienti delle banche dovranno essere messi a conoscenza dei rischi connessi alla nuova disciplina sul bail-in. La comunicazione è riguarda la prestazione dei servizi di investimenti con particolare riferimento alla nuova disciplina dei salvataggi bancari. L’indicazione di Consob era un atto dovuto in vista dell’entrata in vigore a gennaio 2016 della nuova disciplina per il salvataggio delle banche che prevede che oltre ai soci e agli obbligazionisti, siano chiamati a pagare il dissesto anche i correntisti della banca. L’Authority ha voluto in questo modo richiamare l’attenzione degli intermediari bancari sulla nuova disciplina normativa venuta in essere con il recepimento in Italia della direttiva europea Banking Resolution and Recovery Directive che appunto introduce il bail-in, ossia il salvataggio interno. Obiettivo della normativa è non far ricadere sui contribuenti l’eventuale salvataggio di banche, prevedendo limiti all’intervento pubblico e chiamando ad intervenire clienti e investitori nelle operazioni di recupero delle banche in crisi. In particolare i clienti con depositi superiori ai 100mila euro dovranno essere a conoscenza e quindi consapevoli che la scelta della banca non sia priva di responsabilità in caso di eventuali e futuri dissesti. In particolare precisa Consob “gli intermediari dovranno assicurarsi che tutta la clientela, sia quella professionale sia quella retail, cioè la platea dei piccoli risparmiatori, abbia informazioni adeguate e pertanto piena consapevolezza dei rischi connessi con le proprie scelte di investimento”. È inoltre necessario che i clienti dovranno essere consapevoli che in caso di avvio delle procedure di gestione della crisi da parte della Banca d’Italia, gli strumenti finanziari interessati (obbligazioni subordinate o meno) dal bail-in potranno subire un abbattimento di valore fino al 100%. A loro volta le banche dovranno adottare le soluzioni procedurali più idonee a far si che le informazioni siano recepite dalla clientela e che la stessa banca possa dimostrare la loro effettiva ricezione. Tiene ancora a precisare Consob: “gli intermediari dovranno tener conto del nuovo contesto normativo anche ai fini della valutazione di adeguatezza e appropriatezza delle operazioni rispetto al profilo dei loro clienti. Dovranno pertanto assicurarsi che le operazioni consigliate o comunque realizzate nel quadro della prestazione dei servizi di gestione dei portafogli corrispondano agli obiettivi di investimento del cliente; che siano di natura tale che il cliente sia finanziariamente in grado di sopportare i rischi; che i clienti abbiano l’esperienza necessaria a comprendere i rischi ai quali si espongono”.

Notizie: 
Press & Media: 

Scegli la soluzione più adatta a te!

Dipendente pubblico

dipendente pubblico

Sei un dipendente di un ente pubblico, locale o territoriale e vuoi ottenere un prestito in modo semplice, veloce ed a condizioni vantaggiose? Richiedi maggiori informazioni a Synthesis.

CLICCA QUI

Dipendente statale

dipendente statale

Sei un dipendente statale e hai la necessità di richiedere un prestito rimborsabile mediante trattenuta diretta su busta paga? Richiedi maggiori informazioni a Synthesis.

CLICCA QUI

Dipendente privato

dipendente statale

Sei un dipendente a tempo indeterminato di una società privata o una società di capitali con partecipazione di un ente pubblico e vuoi richiedere un finanziamento veloce, comodo e facile da rimborsare? Invia i tuoi dati a Synthesis, sarai ricontattato immediatamente e ti sarà inviata una proposta personalizzata.

CLICCA QUI

Pensionato

pensionato felice

Sei un pensionato INPS, INPS Gestione Ex INPDAP, ENPAM, ENASARCO o di altro ente previdenziale? Puoi accedere al credito Synthesis! Richiedi maggiori informazioni.

CLICCA QUI