Trovaci su:          

chiama il numero verde 800858444

Fino a 3mila euro per i pagamenti in contante

Come previsto dalla Legge di Stabilità, dal primo gennaio scorso è entrata in vigore la norma per cui i beni fino a tremila euro di costo possono essere pagati anche in contanti. Gli italiani, dunque sono alle prese con un maggior utilizzo di contanti e non è certo un mistero che siano proprio gli italiani ad utilizzare meno  il mezzo di pagamento elettronico con un massimo di ottanta operazioni a testa solo nel 2014. 

È anche vero però che l’Italia rappresenta il Paese europeo in cui è largamente diffuso l’utilizzo dei dispositivi elettronici che permettono il pagamento con bancomat o carta di credito (Pos). E proprio l’utilizzo delle carte di credito, sei operazioni su dieci vengono effettuate con moneta elettronica, nell’ultimo decennio appare lo strumento preferito dagli italiani, mentre sempre più di rado si fa ricorso agli assegni. 

La norma in questione non è, tuttavia, esente da polemiche sulle probabili ripercussioni, ovviamente negative, in termini di lotta all’evasione. È certamente indiscutibile che via sia una connessione tra denaro contante ed economia informale. Lo ammette la stessa Unità di Informazione finanziaria di Banca d’Italia: “il contante è unanimemente considerato un importante fattore di rischio sotto il profilo del riciclaggio; è uno dei principali strumenti di pagamento attraverso il quale l’economia informale, sommersa ed illegale, riesce a veicolare i propri profitti nell’economia legale”. 

Tuttavia però la correlazione tra denaro liquido ed evasione non è mai stata dimostrata ed è per questo che chi si è fortemente battuto per innalzare la soglia del contante ha categoricamente escluso che potesse essere minata in qualche modo la lotta a chi evade il fisco

Nota ancora dolente resta la questione tracciabilità a cui è stato dedicato un intero decreto attuativo della delega fiscale. 

Cessione del Quinto - Richiedi un preventivo. 

Approfondimenti cessione del quinto >

 > Normativa di riferimento
 > Le quattro fasi
 > Faq ( domande e risposte )

Notizie: 
Press & Media: 

Scegli la soluzione più adatta a te!

Dipendente pubblico

dipendente pubblico

Sei un dipendente di un ente pubblico, locale o territoriale e vuoi ottenere un prestito in modo semplice, veloce ed a condizioni vantaggiose? Richiedi maggiori informazioni a Synthesis.

CLICCA QUI

Dipendente statale

dipendente statale

Sei un dipendente statale e hai la necessità di richiedere un prestito rimborsabile mediante trattenuta diretta su busta paga? Richiedi maggiori informazioni a Synthesis.

CLICCA QUI

Dipendente privato

dipendente statale

Sei un dipendente a tempo indeterminato di una società privata o una società di capitali con partecipazione di un ente pubblico e vuoi richiedere un finanziamento veloce, comodo e facile da rimborsare? Invia i tuoi dati a Synthesis, sarai ricontattato immediatamente e ti sarà inviata una proposta personalizzata.

CLICCA QUI

Pensionato

pensionato felice

Sei un pensionato INPS, INPS Gestione Ex INPDAP, ENPAM, ENASARCO o di altro ente previdenziale? Puoi accedere al credito Synthesis! Richiedi maggiori informazioni.

CLICCA QUI