Trovaci su:          

chiama il numero verde 800858444

Corso di educazione finanziaria: conclusione

Corso di educazione finanziaria: conclusione

Cari lettori siamo giunti alla conclusione di questo nostro percorso assieme. E come ultima lezione non potevamo non affrontare due temi la cui sussistenza è di fondamentale importanza. Parliamo della trasparenza e della correttezza rispettivamente dei prodotti finanziari e dei consulenti che li propongono.

I prodotti finanziari devono essere più comprensibili. È quanto dichiarato ieri dal Presidente della Consob, Giuseppe Vegas. Sull’argomento sono state avviate tre differenti consultazioni proprio dalla Consob. Due riguardano la trasparenza mentre la terza è per la formulazione di una raccomandazione sulla distribuzione degli strumenti finanziari attraverso la quotazione diretta su mercati regolamentati o su sistemi multilaterali di negoziazione, anziché il tradizionale collocamento attraverso gli sportelli.

Dunque trasparenza e correttezza sono i due argomenti all’ordine di discussione per la Consob.

Per quanto riguarda la trasparenza, la Consob ha da sempre rilevato che ad oggi il modello attuale di tutela attraverso le informazioni alla clientela non è sufficiente. È lo stesso direttore generale della Consob a dichiarare: “non siamo soddisfatti delle modalità attuali di comunicazione al mercato”.

Non è una questione di scarsa informazione, anzi forse ce ne è fin troppa ma non è dosata nella maniera migliore. A tal proposito Vegas ha dichiarato: “un eccesso di informazioni equivale quasi sempre ad una carenza di informazioni”. Attualmente è il prospetto informativo a fare da bussola che in realtà rappresenta un contenitore di informazioni sul prodotto e sul soggetto che lo ha costituito.

L’altro tema su cui tanto si sta battendo la Consob è quello della correttezza che necessariamente è strettamente collegato a quello della trasparenza. A tal proposito Vegas ha richiamato l’attenzione su alcune comunicazioni sui prodotti complessi che Consob aveva inviato negli scorsi. Nello specifico si tratta di comunicazioni che in qualche modo hanno anticipato la Mifid II che concederà alle autorità di controllo il potere di “product intervention” ossia il potere di arrivare a fermare dei prodotti destinati al mercato.

L’entrata in vigore della Mifid II è rimandata al 2018, un tempo troppo lungo date le sempre più impellenti esigenze dei risparmiatori

Notizie: 
Notizie Formative: 
Press & Media: 
AllegatoDimensione
Lezione 14209.14 KB

Scegli la soluzione più adatta a te!

Dipendente pubblico

dipendente pubblico

Sei un dipendente di un ente pubblico, locale o territoriale e vuoi ottenere un prestito in modo semplice, veloce ed a condizioni vantaggiose? Richiedi maggiori informazioni a Synthesis.

CLICCA QUI

Dipendente statale

dipendente statale

Sei un dipendente statale e hai la necessità di richiedere un prestito rimborsabile mediante trattenuta diretta su busta paga? Richiedi maggiori informazioni a Synthesis.

CLICCA QUI

Dipendente privato

dipendente statale

Sei un dipendente a tempo indeterminato di una società privata o una società di capitali con partecipazione di un ente pubblico e vuoi richiedere un finanziamento veloce, comodo e facile da rimborsare? Invia i tuoi dati a Synthesis, sarai ricontattato immediatamente e ti sarà inviata una proposta personalizzata.

CLICCA QUI

Pensionato

pensionato felice

Sei un pensionato INPS, INPS Gestione Ex INPDAP, ENPAM, ENASARCO o di altro ente previdenziale? Puoi accedere al credito Synthesis! Richiedi maggiori informazioni.

CLICCA QUI