Trovaci su:          

chiama il numero verde 800858444

Contenziosi per recupero crediti, incidenti stradali e contravvenzioni

Contenziosi per recupero crediti, incidenti stradali e contravvenzioni

Sono circa 1,5 milioni i procedimenti giudiziari instaurati per il recupero di crediti nel 2015, circa la metà rispetto all’anno precedente. Un dato aggravato senz’altro anche dalla crisi economica.

Secondo le statistiche del Ministero della Giustizia, il principale motivo che induce un cittadino a rivolgersi al Tribunale è l’emissione di decreti ingiuntivi, ossia ordine di pagare rivolto al debitore moroso basato su prova scritta.

Circa la metà di questi decreti sono stati emessi dai giudici di pace competenti per somme inferiori ai 5 mila euro, mentre l’altra metà è stata emessa dai tribunali per cifre molto più elevate.

Tuttavia, purtroppo l’iter procedurale non si arresta all’emissione del decreto ingiuntivo e talvolta si procede con pignoramenti e vendite giudiziarie.

Al di là del recupero crediti, sono anche le contravvenzioni e gli incidenti stradali a far scattare le liti in tribunale. Nel 2015 di opposizioni alle sanzioni amministrative se ne sono contate ben 200mila ma certamente in meno rispetto a quelle presentate nel 2013 e nel 2009. Una riduzione questa dovuta anche all’introduzione del pagamento del contributo unificato di 30 euro per l’iscrizione della causa a ruolo e del beneficio di uno sconto del 30% sulla multa a condizione che si paghi entro 5 giorni dalla emissione.

Il contenzioso per gli incidenti stradali è quello più elevato ma anche qui i numeri sono in calo. Rispetto al 2010, infatti, i ricorsi presentati nel 2015 sono circa la metà (160mila). Qui i numeri sono in calo a causa della riduzione del risarcimento per microlesioni.

Alla base della riduzione dei procedimenti giudiziari c’è senza dubbio la crisi economica, è quanto sostenuto anche dal presidente degli avvocati di Roma, Mauro Vaglio, il quale ha dichiarato “la negoziazione assistita è utile soprattutto nelle liti minori e per separazioni e divorzi ma la vera causa della riduzione è l’incremento dei costi che si traduce in una giustizia d’élite”.

L’alternativa al Tribunale piace, invece, al presidente dell’ordine degli avvocati di Milano, Remo Danovi “abbiamo fatto una campagna per incentivare l’utilizzo di questi strumenti, in particolar modo della negoziazione assistita. Ma ci vuole tempo perché si diffondano”. 

Notizie: 
Press & Media: 

Scegli la soluzione più adatta a te!

Dipendente pubblico

dipendente pubblico

Sei un dipendente di un ente pubblico, locale o territoriale e vuoi ottenere un prestito in modo semplice, veloce ed a condizioni vantaggiose? Richiedi maggiori informazioni a Synthesis.

CLICCA QUI

Dipendente statale

dipendente statale

Sei un dipendente statale e hai la necessità di richiedere un prestito rimborsabile mediante trattenuta diretta su busta paga? Richiedi maggiori informazioni a Synthesis.

CLICCA QUI

Dipendente privato

dipendente statale

Sei un dipendente a tempo indeterminato di una società privata o una società di capitali con partecipazione di un ente pubblico e vuoi richiedere un finanziamento veloce, comodo e facile da rimborsare? Invia i tuoi dati a Synthesis, sarai ricontattato immediatamente e ti sarà inviata una proposta personalizzata.

CLICCA QUI

Pensionato

pensionato felice

Sei un pensionato INPS, INPS Gestione Ex INPDAP, ENPAM, ENASARCO o di altro ente previdenziale? Puoi accedere al credito Synthesis! Richiedi maggiori informazioni.

CLICCA QUI