Trovaci su:          

chiama il numero verde 800858444

Attesa la decisione del Tar Lazio sulla richiesta di sospensiva dei provvedimenti Bankitalia

È attesa tra stasera e domani la decisione del Tar Lazio sulle richieste di sospensiva dei provvedimenti adottati da Bankitalia sulla tanto discussa riforma delle banche popolari. Queste ultime sono impegnate nel processo di trasformazione in S.p.A. imposto dal decreto Renzi-Padoan. Sono tre le istanze di sospensiva presentate dinanzi alla terza sezione del Tar: una a firma dell’Adusbef e due depositate da alcuni soci di banche popolari. Sul banco degli imputati Bankitalia il cui pool di avvocati ha depositato lunedì scorso una memoria difensiva. Un’enorme responsabilità a carico dei giudici laziali, la cui decisione aprirebbe nuovi scenari. La prima banca ad essere interessata dall’eventuale decisione del Tar è certamente UBI che ha convocato per sabato un’assemblea straordinaria dei soci chiamata a decidere sul passaggio alla S.p.A. Ma vediamo nello specifico. Nell’occhio del ciclone non è tanto il contestato decreto governativo che può essere solo impugnato dinanzi alla Corte Costituzionale (cosa che la Regione Lombardia già sta facendo), quanto le disposizioni di Bankitalia. In particolare gli avvocati dei ricorrenti contestano la legittimità costituzionale del provvedimento e più specificatamente i requisiti di necessità ed urgenza che renderebbero illegittime le stesse disposizioni impartite da Bankitalia. Dal suo canto Bankitalia si difende ricordando che i requisiti di necessità ed urgenza sono “legati alla necessità indifferibile di adeguare il sistema bancario alle sfide poste dal mercato europeo” e alla nuova disciplina di vigilanza unica. Sul rischio di subire un danno grave ed irreparabile (periculum in mora) la risposta della Vigilanza è che le banche oggetto di riforma hanno 18 mesi di tempo per procedere alla trasformazione da banca popolare in una S.p.A. Per tutte queste motivazioni nella memoria difensiva dagli avvocati di Palazzo Koch ritengono che l’istanza depositata dai ricorrenti sia “inammissibile e manifestatamente infondata”.

Notizie: 
Press & Media: 

Scegli la soluzione più adatta a te!

Dipendente pubblico

dipendente pubblico

Sei un dipendente di un ente pubblico, locale o territoriale e vuoi ottenere un prestito in modo semplice, veloce ed a condizioni vantaggiose? Richiedi maggiori informazioni a Synthesis.

CLICCA QUI

Dipendente statale

dipendente statale

Sei un dipendente statale e hai la necessità di richiedere un prestito rimborsabile mediante trattenuta diretta su busta paga? Richiedi maggiori informazioni a Synthesis.

CLICCA QUI

Dipendente privato

dipendente statale

Sei un dipendente a tempo indeterminato di una società privata o una società di capitali con partecipazione di un ente pubblico e vuoi richiedere un finanziamento veloce, comodo e facile da rimborsare? Invia i tuoi dati a Synthesis, sarai ricontattato immediatamente e ti sarà inviata una proposta personalizzata.

CLICCA QUI

Pensionato

pensionato felice

Sei un pensionato INPS, INPS Gestione Ex INPDAP, ENPAM, ENASARCO o di altro ente previdenziale? Puoi accedere al credito Synthesis! Richiedi maggiori informazioni.

CLICCA QUI