Trovaci su:          

chiama il numero verde 800858444

Assegno elettronico: normativa e disciplina attuativa

Assegno elettronico: normativa e disciplina attuativa

Con il cosiddetto Decreto Sviluppo sono state apportate importanti modifiche al decreto che disciplina la materia degli assegni e precisamente nella parte relativa la presentazione al pagamento degli assegni bancari e circolari. Nello specifico la “legge Assegni” ora prevede che:

·      l’assegno bancario o circolare possono essere presentati al pagamento sia in forma cartacea che elettronica;

·      il protesto o la contestazione equivalente possono essere effettuati in forma elettronica sull’assegno presentato al pagamento in forma elettronica;

·      le copie informatiche di assegni cartacei sostituiscono ad ogni effetto di legge gli originali da cui sono tratte se la loro conformità all’originale è assicurata dalla banca negoziatrice mediante l’utilizzo della propria forma digitale.

Precisato questo, spettava ora al Ministero dell’Economia e delle Finanze ed alla Banca d’Italia disciplinare le modalità attuative delle norme di rango primario e di adottare le regole tecniche volte a completare il quadro normativo di riferimento. Conclusesi le fasi di consultazione, sono stati adottati dal MEF il decreto ministeriale 205/2014 e dalla Banca d’Italia il regolamento entrato in vigore il 15 maggio scorso.

Il Decreto MEF all’art. 2 stabilisce che “si ha presentazione in forma elettronica quando il trattario o l’emittente ricevono dal negoziatore l’immagine dell’assegno unitamente alle informazioni previste dal regolamento di Banca d’Italia che prevede a sua volta due distinte modalità di trasmissione:

1.     invio dei soli dati per gli assegni bancari e postali di importo sino ad euro 5.000,00 e per gli assegni circolari, i vaglia postali ed i titoli speciali della Banca d’Italia senza limiti di importo;

2.     invio dei dati dell’assegno e della relativa immagine firmata digitalmente per gli assegni bancari o postali di importo superiore ad euro 5.000,00.

Il nucleo della nuova disciplina consiste nella generazione dell’immagine dell’assegno poiché è questa che sarà presentata al pagamento in sostituzione del titolo cartaceo e nell’apposizione della firma digitale da parte della banca negoziatrice. A tal proposito il MEF intende per immagine dell’assegno la copia per immagine dell’assegno su supporto informatico conforme all’originale cartaceo. Il documento informatico generato deve avere forma e contenuto identici a quelli del titolo cartaceo.

Il processo di dematerializzazione riguarda anche la fase, eventuale, di protesto a al riguardo l’art. 4 del decreto MEF stabilisce che “in caso di mancato pagamento di un assegno presentati al pagamento in forma elettronica, il protesto o la constatazione equivalente possono essere richiesti esclusivamente in via telematica e che il pubblico ufficiale o la Banca d’Italia effettuano rispettivamente il proteso o la constatazione equivalente esclusivamente sulla base dell’immagine dell’assegno e delle informazioni ricevute in via telematica”. 

Notizie: 
Press & Media: 

Scegli la soluzione più adatta a te!

Dipendente pubblico

dipendente pubblico

Sei un dipendente di un ente pubblico, locale o territoriale e vuoi ottenere un prestito in modo semplice, veloce ed a condizioni vantaggiose? Richiedi maggiori informazioni a Synthesis.

CLICCA QUI

Dipendente statale

dipendente statale

Sei un dipendente statale e hai la necessità di richiedere un prestito rimborsabile mediante trattenuta diretta su busta paga? Richiedi maggiori informazioni a Synthesis.

CLICCA QUI

Dipendente privato

dipendente statale

Sei un dipendente a tempo indeterminato di una società privata o una società di capitali con partecipazione di un ente pubblico e vuoi richiedere un finanziamento veloce, comodo e facile da rimborsare? Invia i tuoi dati a Synthesis, sarai ricontattato immediatamente e ti sarà inviata una proposta personalizzata.

CLICCA QUI

Pensionato

pensionato felice

Sei un pensionato INPS, INPS Gestione Ex INPDAP, ENPAM, ENASARCO o di altro ente previdenziale? Puoi accedere al credito Synthesis! Richiedi maggiori informazioni.

CLICCA QUI