Trovaci su:          

chiama il numero verde 800858444

Ancora rebus da sciogliere per i nuovi contratti statali

Ancora rebus da sciogliere per i nuovi contratti statali

L’approvazione definitiva circa 10 giorni della riforma del comparto del pubblico impiego ha spianato la strada per le trattative da intraprendere con la Pubblica amministrazione per gli altri comparti. Tutta via il percorso è tortuoso e ostacolato da almeno quattro problematiche.

Innanzitutto le risorse. Occorrono ancora 1,2 miliardi di euro allo Stato e altrettanti suddivisi tra i vari enti locali per arrivare agli 85 euro promessi dall’accordo del 30 novembre scorso. Ora per i soldi che devono rientrare allo Stato si provvederà con la manovra finanziaria autunnale mentre per quelli agli enti locali si provvederà mediante i fondi sanitari e i bilanci locali.

In secondo luogo il calendario che appare ingarbugliato. Infatti il rinnovo è relativo al triennio 2016/2018 ma i fondi arriveranno non prima del prossimo anno. Per cui la domanda sorge spontanea: in che modo si chiederà alla Ragioneria Generale di approvare una direttiva, se ancora non sono stati trovati i soldi per gli aumenti a regime?

In terzo luogo c’è il problema della distribuzione delle cifre fra i 3milioni di dipendenti pubblici.  Come saranno distribuiti? La Ministra della P.A., Marianna Madia, ha tenuto più volte a precisare che gli aumenti andranno innanzitutto alle fasce reddituali più basse.

Ultimo problema, ma non di importanza, riguarda i fasce reddituali. Il nuovo assetto della P.A. ha ridotto da 11 a 4 i comparti in cui l’amministrazione pubblica era divisa. Per il settore sanitario e gli enti territoriali cambia poco mentre per la scuola, il personale non docente delle università e per la Pubblica amministrazione centrale la situazione è molto più complicata.

I rebus da sciogliere sono tanti e il tempo stringe e se davvero si dovesse andare ad elezioni anticipate la questione nuovi contratti sarebbe nuovamente da rivedere. 

Notizie: 
Press & Media: 

Scegli la soluzione più adatta a te!

Dipendente pubblico

dipendente pubblico

Sei un dipendente di un ente pubblico, locale o territoriale e vuoi ottenere un prestito in modo semplice, veloce ed a condizioni vantaggiose? Richiedi maggiori informazioni a Synthesis.

CLICCA QUI

Dipendente statale

dipendente statale

Sei un dipendente statale e hai la necessità di richiedere un prestito rimborsabile mediante trattenuta diretta su busta paga? Richiedi maggiori informazioni a Synthesis.

CLICCA QUI

Dipendente privato

dipendente statale

Sei un dipendente a tempo indeterminato di una società privata o una società di capitali con partecipazione di un ente pubblico e vuoi richiedere un finanziamento veloce, comodo e facile da rimborsare? Invia i tuoi dati a Synthesis, sarai ricontattato immediatamente e ti sarà inviata una proposta personalizzata.

CLICCA QUI

Pensionato

pensionato felice

Sei un pensionato INPS, INPS Gestione Ex INPDAP, ENPAM, ENASARCO o di altro ente previdenziale? Puoi accedere al credito Synthesis! Richiedi maggiori informazioni.

CLICCA QUI